Pensiamo ai malati cronici

Nel 2012 in Scozia la maggior parte dei soggetti di 65 o più anni di età viveva con 3 o più malattie croniche. Nel 2016 in Inghilterra tra i soggetti con più di 75 anni di età il 7% era francamente fragile e il 21% moderatamente fragile.Nel 2012 in Scozia la maggior parte dei soggetti di 65 o più anni di età viveva con 3 o più malattie croniche. Nel 2016 in Inghilterra tra i soggetti con più di 75 anni di età il 7% era francamente fragile e il 21% moderatamente fragile.Quest’anno in Gran Bretagna i soggetti con 4 o più malattie croniche sono il 9,8% e si prevede che aumentino fino al 17% nel 2035. Quindi se il 10% della popolazione ha 4 o più malattie croniche e di questa il 10% è molto fragile e il 20% fragile, dobbiamo oggi assistere un 1% di tutta la popolazione per elevata fragilità ed un ulteriore 2% per fragilità media, e queste percentuali continuano a crescere. Ciò significa che dobbiamo mettere in atto misure oggi ancora non ben attuate, ossia: Continua a leggere

Annunci

Il burn-out e la depressione dei medici sono epidemici

Il burn-out e la depressione dei medici sono diventati epidemici e coinvolgono più del 50% dei medici negli USA, specie quelli che lavorano in prima linea. La diminuita soddisfazione del lavoro, la depersonalizzazione (atteggiamento negativo e non empatico) e la ridotta produttività sono l’effetto di un eccessivo carico di lavoro non medico e dell’indifferenza dell’organizzazione ai problemi del medico. Essi comportano insoddisfazione del medico e del paziente e costi per l’organizzazione sotto forma di più frequenti errori, ridotta produttività e aumentato turn-over. Rimpiazzare un medico costa tra $ 500.000 e 1 milione. Continua a leggere

Il Medico del Servizio Sanitario Nazionale

Perché il Servizio Sanitario Nazionale migliori sensibilmente è necessario ri-valorizzare il ruolo dei medici e ciò deve cominciare dalla delega ai medici di poteri e responsabilità, il binomio dell’autonomia responsabile.

AccountabilityDefinition
Being responsible for your actions
Giving satisfactory reasons for them
Disclosing information readly
(Cambridge Dictionary)

Il burn-out dei medici

Il burn-out colpisce circa metà dei medici e, indirettamente, i pazienti e il Servizio Sanitario Nazionale, perché quando il medico è scontento del suo lavoro l’attenzione al paziente, ma anche alla famiglia e alla società tutta, si riduce considerevolmente. Il burn-out è in crescita e trova una causa nel difficile rapporto tra l’individuo e l’organizzazione con la preponderanza di quest’ultima rispetto ai valori del medico, alla sua motivazione, al suo ruolo e alla sua autonomia professionale.

E’ urgente che i rapporti tra le strutture sanitarie, sempre più orientate alla produzione e all’organizzazione aziendale, e i medici vengano ripensati perchè se i medici non sono più contenti del loro lavoro l’assistenza sanitaria incontrerà sempre maggiori difficoltà.

Epstein RM, Privitera MR. Doing something about physician burnout. Lancet 388, 2316-17, 2016.

Burn-out dei medici

Cresce il numero dei medici che lamentano burn-out, ossia quell’esaurimento mentale che dipende da eccessivo lavoro e perdita di autonomia professionale. E’ questo un indicatore di (scarsa) qualità del Servizio Sanitario Nazionale e le cause sono ben note: in particolare, è la marginalizzazione dei medici che il sistema ha generato che detiene la maggior responsabilità. Infatti la cattiva organizzazione del servizio è una causa importante di burn-out del personale sanitario (Shanafelt TD et al. Impact of organizational leadership on physician burnout and satisfaction. Mayo Clinic Proc 2015; 90: 432-40. http://dx-doi.org/10.1016/j.mayocp.2015.01.012)

(Lee Y et al. Burn-out in physicians. JR Coll Physicians Edinb 45, 104-7, 2015)