L’attività fisica giova al cervello

Un’elevata fitness cardio-respiratoria (ottenuta con il sistematico movimento fisico di intensità medio-alta) si associa ad un volume cerebrale maggiore e a maggiore integrità della materia bianca del cervello, e quindi a prestazioni neurologiche e cognitive più elevate a 5 anni.

(BMJ 2015;350:h2915).

L’attività fisica protegge il cervello

Uno studio longitudinale su 700 adulti sulla settantina ha dimostrato che l’attività fisica sostenuta si associa a maggiore quantità di sostanza grigia nel cervello, minore atrofia e minor numero di lesioni nella sostanza bianca. L’attività fisica sostenuta quindi protegge il cervello dai danni dell’invecchiamento.

(Neurology 79, 1802-8, 2012)